Conseguenze delle variazioni del tasso di sconto rimborsi per lesioni personali nel Regno Unito

Tempo di lettura: 6 minuti

Notizie e blog Blog Variazione tasso di sconto e rimborsi per lesioni personali

Variazione tasso di sconto e rimborsi per lesioni personali

Paul Lavelle

Claims Manager, Van Ameyde

Tempo di lettura:6 minuti
Il nuovo tasso di sconto da applicare ai rimborsi per lesioni personali è entrato in vigore a marzo 2017. Il tasso di sconto ha registrato una riduzione sensazionale dal 2,5% a -0,75%. Questo blog chiarisce i motivi dietro questa variazione, le enormi conseguenze potenziali per gli accantonamenti per far fronte alle richieste di rimborso e le opzioni per un quadro più giusto.

Il tasso di sconto ha lo scopo di regolare i compensi per danni riconosciuti a coloro che hanno subito lesioni gravi a rimedio di perdite future. Si presume che i rimborsi anticipati siano investiti allo scopo di generare introiti da investimenti. Il tasso di sconto determina il livello di sconto da applicare, in base al corrispettivo che il soggetto interessato sia ragionevolmente in grado di percepire dall’investimento in questione. Lo scopo è quello di impedire l’elargizione di compensi eccessivi.

Decisione di variare il tasso

Il tasso era invariato (2,5%) dall’ultimo aggiornamento del 2001. La nuova cifra di -0,75% si basa sul rendimento triennale secondo gli Index Linked Gilts * (ILG). Questo implica che i soggetti richiedenti siano investitori che non vogliono rischiare e non considera la possibilità che essi effettuino anche altri investimenti diversi dagli ILG.

[* Gli Index Linked Gilts sono obbligazioni governative, collegate al tasso dei prezzi al dettaglio]

Conseguenze di perdite future

Una riduzione di tale grande portata non era prevista da parte degli assicuratori. La riduzione del tasso di sconto aumenterà enormemente i rimborsi corrisposti ai soggetti che riceveranno importi per perdite future. Naturalmente questo non vale solo per i settori auto e lesioni personali, bensì anche ad esempio per il servizio sanitario nazionale. Vale infatti per ogni eventuale controparte ritenuta legalmente responsabile per lesioni personali.

A seconda dell’aspettativa di vita del richiedente rimborso, la variazione del tasso di sconto aumenta enormemente i corrispettivi per perdite future. Per i soggetti aventi aspettativa di vita di altri 15 – 30 anni, l’aumento dei corrispettivi per perdite future può arrivare anche al 30%. Nei casi di aspettativa di vita di altri 30 – 50 anni si può raggiungere anche il 50%.

Rimborsi periodici o in un’unica soluzione

Altra conseguenza della variazione riguarda il probabile mutamento dell’atteggiamento del richiedente rimborso. A causa dell’aumento dei rimborsi per perdite future, i soggetti richiedenti potrebbero optare per l’erogazione in un’unica soluzione invece dei rimborsi periodici. Questo cambio di atteggiamento riguarda in particolare il servizio sanitario nazionale e altri enti pubblici che finanziano gran parte delle richieste di rimborso di importi elevati mediante corrispettivi periodici. Per quanto concerne il mercato assicurativo, gli utili degli assicuratori sono in sofferenza, quindi i premi potrebbero aumentare. Questo può incidere negativamente sulle riforme delle rivendicazioni per ‘colpo di frusta’ che avrebbero portato alla riduzione dei costi per rivendicazioni e premi….

Esame del tasso di sconto: un quadro più giusto?

Risulta che, nella sua delibera post-consultazione, il Ministero della giustizia accetti che il nuovo tasso di -0,75% rappresenti un corrispettivo eccessivo a favore dei richiedenti di compenso per lesioni personali. Le ipotesi circa le modalità di investimento dei richiedenti non sono realistiche e potrebbero comportare esborsi notevolmente maggiori. Per emendare la legislazione corrente è prevista l’introduzione di nuove normative che prevedono un tasso compreso tra 0% e 1%. Comunque il tasso non avrà valore retroattivo e l’introduzione della variazione non è prevista fino al 2019.

Da notare che per la variazione del tasso in Scozia, il Parlamento scozzese è tenuto a introdurre norme di legge proprie.

Opzioni in base alla legge corrente

Nel frattempo, i richiedenti beneficiano di corrispettivi più elevati o possibilmente eccessivi. I legali dei richiedenti spingeranno per l’emissione delle sentenze prima dell’introduzione di eventuali variazioni.
Comunque, si tenga presente che i tribunali britannici, in base alla sottosezione 1(2) della legge Damages Act 1996 hanno la prerogativa di applicare un diverso tasso di sconto “qualora una delle controparti interessate dimostri che sia più appropriato nel caso in questione”. In pratica, l’occasione migliore per la variazione del tasso sembrano essere i casi in cui il richiedente soggiorna e riceve assistenza al di fuori del Regno Unito. Il richiedente investirà in loco i corrispettivi di rimborsi riscossi in unica soluzione per perdite future.

Inoltre, in vista delle riforme previste, al momento del negoziato i richiedenti e gli assicuratori hanno l’occasione di effettuare un tentativo di concordare un tasso compreso tra 0% e 1%, indipendentemente da quello attuale del -0,75%.

Gli ulteriori sviluppi e strategie in materia saranno seguiti con attenzione nei prossimi mesi e saranno riportati in questo sito.

Quote

A seconda dell’aspettativa di vita del richiedente rimborso, la variazione del tasso di sconto aumenta enormemente i corrispettivi per perdite future.

Paul Lavelle

Share This