L’impatto di Solvency II sui sinistri transfrontalieri

I vantaggi dell’utilizzo di una rete: una visuale profonda di responsabilità insolute e reporting uniforme.

Esther Cordes

DOMANDE?

Esther Cordes

La tua rete di rappresentanti dei sinistri è pronta ad aiutarti a rispettare il Solvency II?

Nei paesi in cui hai nominato Van Ameyde, la risposta è “si”. Sin dal principio abbiamo monitorato, con estrema attenzione, tutti gli sviluppi relativi a Solvency II, al fine di garantire la conformità dei nostri servizi alla diretttiva. Questo aspetto è di fondamentale importanza, in quanto i tre pilastri di Sovency II hanno un impatto sull’attività di gestione sinistri e sul reporting.

 

Pilastro 1: requisiti quantitativi

I requisiti patrimoniali e quelli relativi alle riserve tecniche stabiliti da Solvency II impongono che le compagnie di assicurazione abbiano un quadro chiaro di quelle che sono le loro attività e passività.
E’, pertanto, necessario poter fare pieno affidamento sull’adeguatezza delle riserve apposte da chi gestisce i sinistri.

Pilastro 2: requisiti qualitativi

Le compagnie di assicurazione, così come chi le rappresenta nella gestione dei sinistri, devono avere al loro interno un sistema di controllo e di gestione dei rischi (risk management).

Pilastro 3: requisiti informativi

Le informazioni da fornire alle autorità di vigilanza, ed al mercato, devono rispondere a criteri ampi e severi. Scadenze serrate e l’enorme difficoltà nel raccogliere le informazioni utili dai vari fornitori di servizi, possono rappresentare, per le compagnie di assicurazione, un problema non indifferente. Ulteriori difficoltà possono sorgere anche dal fatto che le informazioni ricevute, con ogni probabilità, devono essere sottoposte ad una laboriosa scrematura preliminare.

Sinistri e Solvency II: la soluzione

I nostri sistemi integrati, per la gestione finanziaria e dei sinistri, assicurano la correttezza delle riserve sinistri e delle informazioni fornite. Il nostro sistema IT opera in base ai flussi di lavoro: ciò consente ai liquidatori di svolgere sempre al meglio la loro attività. Ogni anno i nostri processi e sistemi di controllo vengono sottoposti a verifica per il mantenimento della certificazione ISAE 3402. Inoltre, offriamo report personalizzati conformi a Solvency II; tutti i dati più utili sono disponibili con un semplice clic del mouse, nel formato desiderato.

Abbiamo risolto per voi i problemi relativi alla gestione sinistri derivanti dall’applicazione della direttiva Solvency II. Scegliete Van Ameyde quale vostro partner per la gestione dei sinistri transfrontalieri!

Non esitate a contattarci per qualsiasi richiesta di assistenza riguardante la procedura ufficiale di nomina o informazione sulla direttiva Solvency II, relativamente alla gestione sinistri.

Share This